Workshop sull’allestimento del tokonoma

English

Come di tradizione, l’ultimo giorno, prima di tornare a casa si discutono gli allestimenti nel tokonoma.

L’allestimento nel tokonoma (tokokazari) è molto diverso da quello che si fa in mostra (sekikazari).

Nel tokonoma si possono usare dei jiku, kakejiku, kakemono. Gli spazzi sono più ampi, tutti gli elementi devono essere armoniosi ed in relazione.

Momento sempre molto costruttivo per tutti i soci, esperti e principianti.

Autor: Nicola Kitora Crivelli
Fotos: Nicola Kitora Crivelli


Like usual the last day of the show, before heading home, the preparation of the tokonoma has been discuss.

The presentation in the tokonoma (tokokazari) is very different from the one in the showhall (sekikazari).

In the tokonoma jiku, kakejiku, kakemono can be used. The spaces are wider, all the elements has to be in harmony whith each other.

A very constructive moment for all, the members, the esperts and the beginners.

Autor: Nicola Kitora Crivelli
Fotos: Nicola Kitora Crivelli

IMG_0571 IMG_0572 IMG_0573  IMG_0575 IMG_0576 IMG_0577 IMG_0578 IMG_0579 IMG_0580 IMG_0581 IMG_0583 IMG_0585 IMG_0586 IMG_0587 IMG_0588 IMG_0591 IMG_0592 IMG_0594 IMG_0598 IMG_0599 IMG_0602 IMG_0603 IMG_0604 IMG_0605 IMG_0606 IMG_0607 IMG_0608 IMG_0609 IMG_0610 IMG_0611 IMG_0612 IMG_0613 IMG_0614 IMG_0615 IMG_0616 IMG_0617

Annunci

Workshop con Edoardo Rossi-Bunjin

Lo stile Bunjin, a differenza di quello che sembra, è uno dei più difficili da capire, Edoardo Rossi ci ha fatto una lezione molto approfondita su questo stile, lo stile dei letterati.

Per creare un buon albero bunji è indispensabile capire la cultura orientale.

Enjoy bonsai!

Autore: Nicola Crivelli
Foto: Nicola Crivelli


 

The bunjin stile, unlike what it seems, is one of the most difficult to understand. Edoardo Rossi held a very in deep lesson about this style, the style of the literati.

In order to create a good bunjin tree a good knowlege of the oriental culture is required.

Autor: Nicola Crivelli
Foto: Nicola Crivelli

 

Lezione di Boschetto e Ishizuki – con Nicola Crivelli

English
Per la Scuola d’arte bonsai da cui Nicola proviene, gli stili boschetto e su roccia, in giapponese yoseue e ishizuki, vengono definiti bonsai creativo perché posso essere esposti in brevi tempri e molto studiati dalla scuola. Ma anche se sono creativi non vuol dire che tutto puo andare in un boschetto o su una roccia, ci sono delle regole da seguire e degli approcci da sapere. Nicola Crivelli a presentato molto dettagliatamente i due stile, spiegando anche alcuni errori che altri fanno e consigli sulla coltivazione.

Sembra che mi ripeto, ma è proprio questo che rende il formato “Campus” cosi speciale, un maestro esperto con anni d’esperienza che condivide con i membri il suo sapere. Ho già accennato che il fine settimana di Campus è gratuito per tutti i membri della NBSKE?
Per chi non lo sapesse, iscriversi non costa niente, solo un email ed il proprio nome, e con soli 35 € all’anno si diventa già membri.

Autor: Melanie Walzer
Fotos: camera di Nicola Kitora Crivelli


At the Scuola d’arte bonsai, which Nicola is coming from, the forest style aswell as the on rock style are classed as creative bonsai because it takes only a couple of years to be ready for exibistion and are very studied by the school. This does not mean that on this two style everything is allowed, there are rules to follow and approch to know. Nicola gived us a dettailed leasson on this two style, explaing the most comon mistake people make and giving advice on the care to give.

It seems I am repeating myself, but is exactly this kind of lesson that makes the “Campus” format so special, expert masters with years of experience shares his knowledge to the members. Did I mentioned that the Campus week-end was  free for all NBSKE members?
For those who do not know, to become a member is easy: you only have to give your name and email and with 35 € per year you are in it!

Autor: Melanie Walzer
Fotos: Nicola Kitora Crivelli camera

Lorenzo Agnoletti – Lezione sul vaso di coltivazione

English

Per gli appasionati di yamadori e per quelli che raccolgono in natura, la cosa piu importante è di far attecchire la pianta appena raccolta nel vaso adatto. A questo proposito Lorenzo Agnoletti ha tenuto una lezione su che vasi utilizzare, di quale materiale, quale grandezza, dove e come tenerli in giardino e molto altro.

Ancora una volta il formato “Campus” ci ha regalato moltissima informazione e ad allargato il nostro modo di pensare quando si parla di coltivazione in vaso.

Autor: Melanie Walzer
Fotos: Nicola Kitora Crivelli


 

For all the enthusiast of yamadori and collection trees from the wild one of the most important thing to take care of is the roots after collecting the tree. For this purpose Lorenzo Agnoletti proposed us a very informative lesson and opend our mind to the meaning of “cultivation in pot”

Autor: Melanie Walzer
Fotos: Nicola Kitora Crivelli

Andreas Holzer- Lezione sui tavoli per bonsai

English
La scelta del tavolino giusto si direbbe un argomento facile, perché si da per scontato che si dia piu attenzione alla pianta con il vaso piuttosto che al tavolino. Niente di piu sbagliato! Il tavolino ha un ruolo importantissimo nell’allestimento del tokonoma ma anche nella presentazione in mostra.

Andreas Holzer, falegname di professione e bonsaista per passione,  l’ha spiegato nel migliore dei modi portando con se la sua collezione personale di tavolini, creati da lui s’intende con i piu pregiati legni e con un estrema precisione e accuratezza per il dettaglio. Anche questo fa parte del sapere bonsaistico che il “Campus” ha racchiuso egregiamente grazie ad uno dei suoi membri piu umile e simpatico.

Grazie Andreas, è stato veramente molto interessante e una grande gioia per tutti vedere da vicino tavolini magnifici che sembrano gioielli.

Enjoy bonsai!

Autor: Melanie Walzer
Fotos: Nicola Kitora Crivelli


The choice of the table when assabeling the tokonoma, sounds an easy task but is not, because most of us may think that the main focus would be the bonsai whit his pot. Nothing more wrong! The table has a very important role in the tokonoma aswell as in the show hall.

Andreas Holzer, carperter by trade and bonsaist for passion, explained it eloquently in his lesson showing his own collection of tables, of course made by himself, whit he most precious woods and a extreme accuracy for details. This is also part of making bonsai and the “Campus” offered this knowledge to all the partecipant by one of the most modest and nicest members.

Thank you Andreas, it was really very interessting and was a pleasure to look closely to your wonderful tables.

Enjoy bonsai!

Autor: Melanie Walzer
Fotos: Nicola Kitora Crivelli

Workshop con Adriano Nalon- Defogliazione, Mekiri e Tanbao

English

Dimostrazioni e Workshop si possono vedere ovunque, ma cosa succede quando la pianta è impostata e sta in giardino per anni, la si deve curare ma come? Come si cura la pianta? Chi ti fa vedere come si fa, quando si fa, con quali atrezzi?
La cosa bella del formato „Campus“ fa esattamente questo: insegnare le cose che una dimostrazione o un workshop non puo insegnare perché troppo presi con l’impostazione.

Adriano Nalon ha un’immensa esperienza in queste cose e nella sua lezione ha spiegato per punto e per segno quando, come e con che cosa si pratica la defogliazione sulle latifoglie e il tanbao sulle conifere. La defogliazione e tanbao ha lo scopo di ridurre la grandezza delle foglie/aghi, di apportare luce all’interno dell’albero e di bilanciare il vigore della pianta. Lui consiglia di farlo solo con le forbici e a dipendenza dell’essenza di farla in tarda primavera/estate o anche fine estate.

Lezione molto interessante per tutto il publico arrivato da un po tutt’italia e perfino da oltre confine.

Enjoy bonsai

Autor: Melanie Walzer
Fotos: Nicola Kitora Crivelli


 

Demostration and Workshop are taking place all over the place, but what happens when the trees has been styled and has to mature in the garden for years, how to care fort he tree? Which kind of care can suit the tree? When to do it? How to do it?
Exactly this kind of proceadures are explained in the „Campus“ format this year, teach things that a demostration or a Workshop can’t teach you because you are to busy with styling.

Adriano Nalon has a huge experience when in comes to care oft he trees, and he explained in his lesson how, when and with what you can practice a defoliation on decidous and tanbao on conifers. This two proceadure are done to reduce the size of the foliage or needles, to apport light to the inner buds and to balance the vigore of the tree. Adriano suggest the use of sissors and to choose the right preriod depending on the species of tree, late spring, summer or late summer.

This lesson was very interessting for the audience who camed from all over Italy and even from the out of the border.

Enjoy bonsai

Autor: Melanie Walzer
Fotos: Nicola Kitora Crivelli

I protagonisti di Summer Bonsai Festival „Campus“

Adriano Nalon

Adriano Nalon

Comincia da autodidatta nel 1984 per poi diplomarsi nel 1999 come istruttore alla Scuola d’arte bonsai sotto la guida del maestro Hideo Suzuki. Grazie alla sua lunga esperienza su tutti i tipi di essenze, Adriano è il candidato ideale per il workshop sulla pinzatura-defogliazione e Tanbao. Ho avuto la possibilità di visitare il suo giardino, non grandissimo ma ben ordinato e con tutti i tipi di essenze immaginabili. Sono veramente molto contenta di rivederlo a Fai e sono convinta di poter imparare nuove tecniche da Adriano.

 

Nicola Scarafia

Nicola Scarafia

Per me il bonsai, a livello di dimensioni, è una pianta in vaso che si può tenere sul palmo della mano, sono consapevole che per altri il bonsai puõ essere più grande ma a me piace piccolo e delicato e per questo motivo sono felicissima di poter partecipare alla conferenza di Nicola Scarafia che parlerà di tutto quello che c’è da sapere sui Shohin, bonsai di un’altezza massima di 20 cm. Nicola è socio effettivo della Nippon Bonsai Sakka Kyookai dal 2012, il suo percorso formativo inizia nel 2001 e dura sei anni presso la succursale della Scuola d’arte bonsai dell’istruttore Mario Sandri. Se dovessi passare per la zona di Torino, non mancherò di visitarlo.

Andreas Holzer

Andreas Holzer

Un’altra conferenza da non mancare è quella con Andreas Holzer. L’anno scorso non ho potuto conoscerlo perché sono partita domenica ed si era infortunato una gamba, quest’anno mi auguro di vederlo tutto d’un pezzo e pieno d’energia. Andreas è un artigiano falegname di professione, ha frequentato la scuola di Othman Auer a Bressanone ed è una persona di montagna, di alta montagna se si può dire, ha tutti presupposti per essere un gran bonsaista.  Sono veramente molto, molto contenta di conoscerlo.

Nicola Crivelli

Nicola Crivelli

Nicola non ha bisogno di presentazioni, è così attivo su tutti i social media, tiene Workshop ed espone in tutta Europa, vincitore di premi prestigiosi, il maestro con la barbetta. Una persona tranquilla, silenziosa, un po’ sulle sue, ma simpaticissima e con un immenso sapere bonsaistico.  Il suo maestro Hideo Suzuki gli ha trasmesso la passione degli ishizuki, composizione su roccia e dei boschetti, che spiegerà teoricamente durante la mattina.Il pomeriggio verrà realizzato praticamente un ishizuki. Sono felice di essere sua allieva e onorata di poterlo assistere nella realizzazione pratica.

Lorenzo Agnoletti

Lorenzo Agnoletti

La scelta del vaso è molto importante per il bonsai. Non c’è niente di peggio di aver una bella pianta nel vaso sbagliato, una cosa che ho imparato l’anno scorso a Fai. Lorenzo Agnoletti, presidente della Nippon Bonsai Sakka Kyookai Europe e uno dei soci fondatori, terrá una conferenza proprio su questo tema. L’anno scorso ha recitato una poesia durante la presentazione del suo allestimento nel tokonoma, solo a pensarci mi brillano gli occhi. Un bonsaista di alto livello come tutti i membri di questa associazione.

Giorgio Raniero

Giorgio Raniero

Gli appassionati di bonsai snobbano un po’ il bonsai d’interno, ad essere sincera sono anch’io una di quelle. Chissà se Giorgio riuscirà a farmi cambiare idea. È una carissima persona e mi auguro che la sua conferenza sia colmo di gente.

Edoardo Rossi

Edoardo Rossi

Un altro maestro di altissimo livello con una conoscenza enciclopedica non solo bonsaistica ma anche di altre arti giapponesi come la calligrafia, il kusamono,  il suiseki e molto di più. Membro fondatore della Nippon Bonsai Sakka Kyookai Europe e pilone portante dell’associazione, una figura carismatica nel mondo bonsaistico italiano e secondo me uno dei miglior maestri europei, una persona che polarizza. Edoardo presenterà lo stile bunjin con una parte teorica al mattino e la parte pratica al pomeriggio. Per tutti gli amatori un’esperienza da non perdere.

Andrea Zamboni

Andrea Zamboni

La calligrafia giapponese lega molto con il mondo bonsai,  anche se per noi occidentali non ci sentiamo molto attratti da quest’arte poiché i caratteri ci sono estranei. Dopo aver conosciuto Andrea mi sono innamorata della calligrafia e vorrei praticarla di piu.  Andrea ha una spiccata sensibilità nel vedere il bonsai, e penso che la sua via dello shodo lo aiuta tanto nella realizzazione di piante molto leggere e femminili. Non potrei mancare al suo workshop di shodo per niente al mondo, anche se combacia con il workshop di Edoardo….grrr non mi posso clonare per una giornata, in modo d’assistere ad entrambi?

Alla fine del “Campus” ci sarà, come di consueto, l’allestimento nel Tokonoma dei membri e istruttori esperti della Nippon Bonsai Sakka Kyookai Europe. Molti appassionati dimenticano che il bonsai evoca il massimo del suo splendore solo se allestito nel Tokonoma, neanche in esposizione può esaltare quella sensazione di pace e armonia. È un’arte non facile da trasmettere e ancora più difficile d’apprendere ma sempre molto emozionante da scoprire, la sensazione che si prova davanti ad un allestimento fatto bene non ha prezzo e fa venir la pelle d’oca. Sono convinta che anche quest’anno avrò momenti di pelle d’oca e di occhi luccicanti e mi auguro che succeda a tutti i partecipanti della conferenza.

Enjoy bonsai

…love, Melanie!

 

WORKSHOP CON XAVIER REDON

mercoledì 4 settembre

workshop sull’olivastro shohin con Xavier Redon

Xavier è spagnolo, proprietario e maestro della sua scuola bonsai, è presidente della NBSKE Spagnola e anche socio sostenitore della NBSKE. Il suo workshop è stato molto apprezzato dai partecipanti anche perché Xavier ha una profonda conoscienza dell’essenza che in Spania cresce in natura senza grandi problemi.
_________________________________________________

Wednsday septermber 4

workshop on shohin olive with Xavier Redon

Xavier is Spanish, has his own Bonsai School and nursery, is president of the NBSKE Spain and of course supporting member of the NBSKE. This workshop has been also very apriciated by the partecipants. Xavier has a deep knowledge of this essence also because olive lives well in Spain naturally in the wild

WORKSHOP CON ADRIANO NALON

lunedì 2 settembre

Workshop con Adriano Nalon sulla coltivazione da seme. Adriano è un arzillo pensionato che è stato in Giappone 7 volte, che forza!
Mi è piaciuto molto partecipare al suo Workshop anche perché alla fine mi ha regalato un gingko di circa 30 anni che ha coltivato lui alla fine degli anni ’70 inizio anni ’80. Anche tutti gli altri partecipante hanno molto gradito la leggerezza dell’atmosfera e hanno potuto portarsi a casa una piantina arrangiata con l’aiuto del Sensei.
________________________________

Monday september 2nd

Workshop by Adriano Nalon about cultivating a tree from seed. Adriano is a jovial retiree and has been in Japan 7 times, imagine!
I loved to participate in his workshop partly because I received, as gift, a 30 year old gingko that he cultivated from seed in the late ’70 early ’80 but also, and all the other participants of the Workshop would agree, that it was very enjoyable; we all brought home a small little plant styled with the help of Sensei.